Istituto Comprensivo Statale "Padre Pino Puglisi" Palermo
Le parole e i fatti «E' importante parlare di mafia, soprattutto nelle scuole, per combattere contro la mentalità mafiosa, che è poi qualunque ideologia disposta a svendere la dignità dell'uomo per i soldi. Non ci si fermi però ai cortei, alle denunce, alle proteste. Tutte queste iniziative hanno valore, ma, se ci si ferma a questo livello, sono soltanto parole. E le parole devono essere confermate dai fatti».
Beato Giuseppe Puglisi
Istituto Comprensivo Padre Pino Puglisi
Home H | Accessibilità sito web W | Padre Pino Puglisi Q |

Viaggio d'istruzione in Calabria

data articolo 12/05/2014 autore Prof.ssa Notarbartolo   Indietro
foto articolo
Foto: Foto di gruppo al lago Cecita photogallery
Nei giorni 12, 13 e 14 maggio si è svolto il viaggio d’istruzione in Calabria destinato alle classi II e III della scuola secondaria di I grado del Nostro Istituto.
I ragazzi sono partiti il 12 maggio prestissimo, hanno oltrepassato lo Stretto di Messina e si sono diretti all’Oasi naturalistica del lago dell’Angitola, una delle riserve più importanti del Mediterraneo. Qui i ragazzi hanno potuto osservare il pino d’Aleppo, i pioppi neri, il salice bianco, gli ontani neri e la macchia mediterranea e vedere i tuffi nel lago dello svasso maggiore, un uccello che nidifica solo in quest’area.
Quindi il gruppo si è spostato a Pizzo Calabro. Qui è stato ricevuto dalla fabbrica Marrella che produce in modo artigianale il famoso gelato Tartufo di Pizzo, composto da una palla di gelato alla nocciola con dentro un ripieno di cioccolato fuso. Dunque ci si è trasferiti proprio nel centro di Pizzo Calabro dove è presente il Castello di Murat, chiamato così, perché qui vi trovò la morte il cognato di Napoleone.

Il 13 maggio la mattinata è stata dedicata interamente al Parco Nazionale della Sila. I ragazzi hanno passeggiato per il bosco accompagnati da una guida che ha mostrato loro la vegetazione tipica di questo parco e la fauna caratteristica: gufi, caprioli, daini, lupi. Infine, i ragazzi sono stati accompagnati sulla riva del lago Cecita, dove hanno osservato l’avifauna.
A pranzo il gruppo si è recato a Camigliatello Silano, una ridente località sciistica posta sulla Sila. Nel pomeriggio, si è fatto tappa al Castello di Santa Severina, posto su un’altura, difficile da raggiungere: i ragazzi hanno faticato non poco per percorrere un centinaio di scalini e forse più che portavano dal parcheggio del pullman alla piazza dell’antico Borgo. Giunti al Castello è stata effettuata una visita guidata molto interessante.

La mattina del 14 maggio è stata dedicata alla visita della città di Cosenza. È stata visitata sia la parte vecchia, la cui arteria principale è corso Telesio su cui si affacciano tantissimi monumenti tra cui il Duomo, il Teatro e il Palazzo del governo; sia la parte moderna che si sviluppa attorno a Corso Mazzini, lungo il quale è stato creato un museo a cielo aperto (MAB) grazie alla donazione di importati opere d’arte collocate lunga la strada.
Il viaggio si è concluso davanti al nostro Istituto e ha visto i ragazzi stanchi ma contenti e soddisfatti accolti dai familiari.

viaggi e giteviaggi e gite  calabria calabria  studenti studenti

Visite: 2021